Categorie
Plenaria

RIAPPROPRIAZIONE EX-CASERMA SANI

Resoconto dell’assemblea pubblica di venerdì 10 Gennaio 2020

Introduzione:
La decisione di creare questo percorso cittadino sull’area dell’ex caserma Sani è nata dall’assemblea pubblica dello scorso 19 dicembre: visto il pericolo di sgombero percepito come imminente si è sentita l’esigenza di accelerare il processo di allargamento dell’esperienza e di pianificazione di tutto il blocco Sani.
Scegliendo di occupare un luogo così grande, XM24 sapeva di non aver semplicemente trovato una nuova casa ma anzi aveva già in mente di creare qualcos’altro: un progetto cittadino molto più ampio e partecipato da tutte e tutti, che abbia come obiettivo creare insieme un laboratorio di autogestione.
Sotto sgombero il percorso che si stava sognando e iniziando a immaginare è diventato una necessità impellente ma soprattutto, come abbiamo percepito con forza nella precedente assemblea pubblica, è diventato una volontà comune.
La conformazione della ex caserma Sani si presta bene a una lottizzazione dello spazio per rendere più agevoli e rapidi la svendita dello spazio agli speculatori o allo smembramento di progetti più grandi tramite la messa a bando comunale di un pezzetto per volta. Anche questa è una visione che si vuole ribaltare e, di conseguenza, questo percorso condiviso non può nascere con una lottizzazione né questa può diventare la modalità di gestione di questo spazio immenso.
Con l’inizio del percorso sull’ex-caserma Sani ci si vuole opporre all’ennesimo progetto calato dall’alto che non ha nemmeno per finto interpellato la città, né indagato i suoi bisogni o le sue volontà.
Sarebbe bello che questo spazio diventasse un presidio antimilitarista, in cui si possa ragionare di ambiente e di ecologia politica, che sia un laboratorio di autogestione e molto altro e che crei una comunità che ruoti attorno all’ex caserma Sani. Non sarà semplice e non sarà breve ma sarà bellissimo!
La modalità di lavoro che si vorrebbe portare avanti anche nei prossimi incontri consiste nella divisione in gruppi/tavoli tematici, preceduti e/o seguiti da momenti di plenaria; questo per dare a tutt* la possibilità di parlare, poter esprimere la propria opinione e le proprie idee nonostante i numeri siano alti.
Per evitare di sollevare tanti temi scollati dalla nostra azione e sostenibilità, è necessario che chi (singol* o gruppi) fa una proposta si faccia carico di renderla operativa.
I temi possono spaziare su tutto ciò che vogliamo ma devono avere al centro una progettazione legata all’area sani.
Per ora è stata creata una mailing list per portare avanti il lavoro dei tavoli e condividerlo (excasermasani@autistici.org).

Come xm24-assemblea ex caserma sani sono state fatte alcune proposte tematiche per iniziare e poi si è aperto ad altre proposte delle altre realtà e persone presenti. In un secondo momento si è pensato a una forma di accorpamento in tavoli/macroaree dei temi emersi e si è discussa in assemblea.
Qui sotto vengono riportati prima tutt i temi, così come sono stati proposti durante l’assemblea, e poi la proposta di accorpamento in tavoli/macroaree tematiche (che è una bozza parziale in divenire su cui c’è necessità di lavorare e da ridefinire in itinere insieme).

PROPOSTE SU PERCORSI O TEMATICHE DA AFFRONTARE

1) Reportage politico e di contro-informazione su ciò che succede in città
2) Ecologia politica e ambiente
3) Salute mentale
4) Estendere il percorso alle altre aree dismesse della città, per allargare la cerchia di interessat* al progetto e approfondire la conoscenza di quello c’è  che ci stanno togliendo. Proposta concreta di aprire questi spazi: la conoscenza sta alla base della partecipazione
5) Affrontare la tematica del genere, del sessismo e della eteronormatività intersecandola strettamente con i problemi e le lotte di tutti i giorni. Particolare attenzione alle forme di oppressione anche negli spazi in via di liberazione e alle soggettività che subiscono macroprocessi di cui parliamo.
6) Beni comuni e uso civico degli spazi pubblici. Diritto sancito dalla costituzione e su cui sta lavorando una rete nazionale. Proposta di metterci in contatto.
7) Consenso al rifiuto della lottizzazione ma immaginare come poter utilizzare gli spazi non ancora liberati nel complesso della ex-sani
9) Diritto all’abitare: intersecare pratiche e risposte concrete al problema con ragionamenti legati ai processi di turistificazione  e gentrificazione (caro-affitti, air B&B, speculazione edilizia..)
9) Repressione, ragionamento sulla criminalizzazione delle lotte e di chi lotta e come difendersi
10) Educazione, scuola, autoformazione ed inchiesta sui bisogni del quartiere
11) Creazione di uno sportello per formazione e mutuo aiuto sui diritti sociali (abitare, accoglienza, cittadinanza, diritto al movimento..)

PROPOSTA DI ACCORPAMENTO IN TAVOLI IN MACROAREE:

1) Ecologia politica
– salute di chi vive la città
– grandi opere & lotte territoriali
– ambiente
– territorio e chi lo vive (repressione di chi lotta in difesa dell’ambiente e dei territori)

2) Città
– gentrificazione
– turistificazione
– spazi abbandonati
– diritto all’abitare

3) Costruzione sociale del genere – Città degenere/Corpi fuori controllo

4) Repressione

5) Educazione e scuola

6) Comunicazione e contro-informazione sul percorso che si sta facendo

Per comunicare con le iscritte e gli iscritti di questa lista invia dalla tua casella di posta un messaggio a excasermasani@autistici.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *